Gli occhiali d’oro

dal romanzo di Giorgio Bassani

Scritto e diretto da Carlo Varotti

Regia tecnica, musica e immagini di Alessandro Pirotti

Casa della Conoscenza, 25 gennaio 2018, ore 15.30

Interpreti:

Signora Lavezzoli: Silvia Bastia

Dottor Fadigati: Carlo Varotti

Voci fuori campo:

Andrea Grillini (Giorgio Bassani)

Silvia Lamboglia (ragazza del treno)

Giuseppe Montemarano (Eraldo Deliliers)

Andrea Tallone; Lorenzo Castiello; Alessandro Pirotti (ragazzi del treno)

Il lavoro è un adattamento teatrale de Gli occhiali d’oro di Giorgio Bassani, romanzo edito nel 1958, e secondo libro del grande affresco Il romanzo di Ferrara.

Ambientato alla fine degli anni Trenta, nel momento di massimo consenso al regime fascista e nei mesi in cui furono introdotte le leggi razziali, il libro ha per protagonista un illustre medico ferrarese, il dottor Fadigati.

Il grande tema dell’escluso, caro alle storie di Bassani, trova qui espressione nella figura dell’omosessuale e nel dramma che egli vive, nella tensione irrisolta tra desiderio di integrazione e trasgressione dei valori dominanti.

La trasposizione teatrale, liberamente ispirata al romanzo, mette in scena due soli personaggi: accanto al dottor Fadigati parla un’agiata signora della borghesia ferrarese, espressione della società benpensante, provinciale e perfettamente integrata nel regime.

Una storia d’altri tempi - dunque - che vuole però indurre a riflettere sulle molte forme dell’esclusione: antiche e nuove, esplicite o mascherate.

E ricordarci che nessuna conquista di civiltà è per sempre, e non può mai esentarci dall’esercizio costante della ragione; e della nostra umanità.

 

Gli occhiali d’oro: il film

Aula Magna del Liceo Leonardo da Vinci, 30 gennaio 2018, ore 14-17

Visione del film Gli occhiali d'oro, ragia di Giuliano Montaldo (Italia, 1987) e commento del critico Gabriele Veggetti.


Pubblicata il 20 ottobre 2017