Cellule. Tempo. Immortalità.

Giovedì 8 marzo 2018 le classi 4C, 5A, 5B, 5C assistono, presso la Casa della conoscenza, allo spettacolo

 CELLULE. TEMPO. IMMORTALITÀ. - Quattro storie di colture

Proposta dalla compagnia “L’aquila Signorina”, è una narrazione a due voci pensata come un viaggio nella biologia cellulare del ‘900 prendendo in considerazione il concetto di ‘vita fuori dal corpo’ nel modo in cui esso ha accompagnato gli sviluppi della tecnica della ‘coltura tissutale’. In particolare, l’accento è posto sul dogma epistemologico della ‘immortalità’ delle cellule somatiche in vitro e sulle sue conseguenze.

 

“L’aquila Signorina” nasce a Bologna nel 1995 come Compagnia professionale. Membri del gruppo sin dalla fondazione e attuali referenti sono Gabriele Argazzi e Barbara Bonora, entrambi registi, drammaturghi e attori.

Gli spettacoli proposti dall’associazione vengono accolti nelle programmazioni di oltre 141 istituti in Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Marche, Piemonte, Trentino, Friuli Venezia Giulia e Toscana.

 

Foto: microfotografia di cellule He-La. Le He-La rappresentano la prima linea cellulare umana immortalizzata. Fu ottenuta nel 1951 da George e Margaret Gey a partire dalla biopsia del carcinoma cervicale maligno della giovane paziente afroamericana Henrietta Lacks

 


Pubblicata il 26 febbraio 2018