Un esperimento di philosophy for children

Nell'ambito dell'attività di Alternanza Scuola Lavoro, impostata su due anni, la classe 5AU del Liceo delle Scienze Umane (tutor interno prof.ssa Paola Maria Guazzotti) ha realizzato per l’a.s. 2017-18 il progetto Meravigliamoci: esperimento di philosophy for children, in collaborazione con le classi terze, quarte e quinte della scuola primaria “Tovoli” e “R. Viganò”, dell'Istituto comprensivo Ceretolo.

Gli studenti di 5AU hanno proposto agli allievi della primaria un breve percorso didattico, incentrato su domande "filosofiche" legate alla concreta esperienza personale dei bambini. Il progetto, strutturato secondo i tre momenti della rappresentazione teatrale, della discussione in classe e dell’attività laboratoriale, grazie al suo carattere interdisciplinare, che ha consentito di valorizzare e integrare più linguaggi espressivi, si è rivelato occasione di riflessione metacognitiva e di applicazione delle strategie di problem solving nella sua fase applicativa, in relazione alle concrete esigenze del contesto scolastico della scuola primaria.

“E poiché la natura tutta è congenere, e poiché l’anima ha imparato tutto quanto, nulla impedisce che chi si ricordi di una cosa – quello che gli uomini chiamano apprendimento - costui scopra anche tutte le altre, purché sia forte e non si scoraggi nel ricercare: effettivamente, il ricercare e l’apprendere sono in generale un ricordare”.

Platone, Menone, 81 D, in Platone, Tutti gli scritti, trad.it. di G. Reale, Bompiani, Milano, 2000, p. 950


Pubblicata il 08 marzo 2018