Merenda solidale

Conoscenza e solidarietà: le basi del gemellaggio tra il Liceo Da Vinci e la Kachonge Girls Secondary School (Kenya)

Fanno ormai parte della tradizione del Liceo le iniziative all'insegna della solidarietà chiamate "merende solidali". Alcune classi preparano e vendono, durante l'intervallo, fette di torta, pizze, crescente, torte salate ecc.

Il ricavato è destinato in beneficenza.

Anche quest'anno alcune classi partecipano all'iniziativa proposta dalla Onlus Centofarfalle, che prevede un gemellaggio tra il Liceo Da Vinci e la Scuola Superiore Kachonge Girls, situata nella provincia occidentale del Kenya.

Il gemellaggio ha visto momenti di conoscenza della realtà scolastica keniana attraverso testimonianze, documentazione fotografica e filmati, unitamente a progetti realizzati da alcune classi. Inizialmente il coinvolgimento di una sola classe si è concretizzato in una corrispondenza, nell’elaborazione di un questionario di carattere sociologico rivolto alle studentesse keniane, nell’organizzazione di momenti di solidarietà per acquistare per la scuola materiale e libri scolastici, un DVD player e una televisione a colori.

Successivamente, la narrazione dei vissuti individuali ha visto anche nascere l’idea di aiutare negli studi una ragazza che non poteva pagare le tasse scolastiche, rischiando di dover rinunciare alla scuola. Si è pensato di raccogliere i fondi necessari ed è nata così la "merenda solidale", esperienza che si è gradualmente estesa, essendo aumentata anche in altre classi la consapevolezza che in Kenya il costo delle scuole superiori, pur governative, è altissimo per le famiglie povere e che le donne sono particolarmente penalizzate.

Uno dei momenti più coinvolgenti del gemellaggio è stata la visita di Betty Nasambu, una ragazza proveniente dalla scuola di Kachonge. Fin dall’anno scolastico 2014-15 è stato elaborato un progetto e le classi 3AU e 3BU si sono attivate per raccogliere i fondi utili a far arrivare Betty in Italia. Anche altre classi hanno destinato parte dei fondi raccolti nel corso delle loro merende solidali per la realizzazione di questo evento. 

E finalmente nel 2016 Betty è stata presente a scuola dal 29/2 al 9/3, per 12 ore di attività nelle classi 4AU e 4BU. Sono state affrontate, in lingua inglese, nell’ottica del confronto e della comprensione reciproca, varie tematiche quali: percorsi di vita (famiglia, percorso scolastico, amici, attività del tempo libero); articolazione della società in Kenya; senso di appartenenza nella società italiana e keniana; istituzioni educative in Kenya e in Italia ecc. La presenza di Betty, che in quell’anno aveva iniziato a frequentare l’Università, ha coinvolto altri studenti, incuriositi dalla storia di una loro quasi coetanea che, grazie alla determinazione oltre che alle capacità, è riuscita a superare difficoltà per noi impensabili e a realizzare il sogno di poter studiare. 

Grazie anche alla sua presenza, molti più studenti si sono sensibilizzati ed hanno manifestato il desidero di conoscere la realtà della scuola africana e di organizzare merende solidali per pagare le tasse scolastiche di studentesse bisognose.

Una bella esperienza di conoscenza e solidarietà.